Sei quì
Home / Salute / Cosa mettere nella valigia dei bambini

Cosa mettere nella valigia dei bambini

Nella preparazione della “valigia delle vacanze” è bene pensare con attenzione e con ragionevole anticipo a ciò che è prudente portare con sé per affrontare i piccoli malanni dei nostri figli e a quali precauzioni prendere quando si devono raggiungere mete esotiche.

Per quanto riguarda i farmaci, è sempre utile avere a disposizione un farmaco antipiretico in formulazione orale, dei sali reidratanti in bustine da utilizzare nei casi di diarrea, un antistaminico in gocce per eventuali reazioni allergiche, soluzione fisiologica in fiale e un antisettico topico. Nel caso il bimbo sia affetto da una patologia cronica occorre predisporre i farmaci necessari in quantità adeguata a coprire l’intero periodo di villeggiatura controllando anche le date di scadenza sulle confezioni.

Se il bambino soffre di mal d’auto o mal di mare, si possono utilizzare dei farmaci ad hoc anticinetosici. In caso di viaggio all’estero si può chiedere consiglio al proprio Pediatra sulla necessità di portare con sé qualche farmaco in più a seconda del luogo di destinazione, ad esempio un antibiotico a largo spettro. Da non dimenticare alcuni presidi di base come cerotti, garze e termometro, una crema solare ad elevata protezione, una crema idratante doposole, ed un repellente per le zanzare (ed eventuali zanzariere per lettini per i più piccoli). Infine un piccolo suggerimento: memorizzare sul cellulare il numero di un Centro Anti-Veleni per ogni evenienza.

Nel caso la destinazione del viaggio sia una meta esotica, è necessario conoscere con esattezza lo stato vaccinale di nostro figlio ed informarsi sulle vaccinazioni richieste nel Paese di arrivo. Utile a questo proposito consultare il sito del Ministero degli Affari Esteri o chiamare il centro vaccinale di competenza per le vaccinazioni internazionali del proprio distretto per fissare un colloquio informativo.

In qualsiasi luogo di villeggiatura è importante poi seguire le “regole della tintarella”: l’esposizione alla luce solare nelle ore meno calde è infatti utile all’organismo ma la cute deve essere sempre protetta per ridurre gli effetti nocivi delle radiazioni ultraviolette. L’antisolare pertanto deve avere sempre un fattore di protezione elevata con resistenza all’acqua e al sudore e con ampio spettro di assorbimento (UVA e UVB), e deve essere applicato ripetutamente durante la giornata.

Infine, ovunque voi siate, non allarmatevi se l’appetito di vostro figlio diminuisce nel periodo estivo: l’organismo brucia fisiologicamente meno calorie per tenere equilibrata la temperatura corporea. Preferite pertanto i cibi ricchi di carboidrati ad elevata digeribilità e aumentate l’apporto idrico, non solo con acqua ma anche incentivando il consumo di verdura e frutta di stagione.

Policentro Pediatrico
Policentro Pediatrico
Policentro Pediatrico è uno studio medico situato nel centro di Milano dedicato all’infanzia. In uno studio accogliente e a misura di bambino lavorano in équipe medici pediatri e specialisti con l’obiettivo di fornire alle famiglie un servizio di qualità in tempi rapidi e costi accessibili. Scoprite i nostri servizi su: www.policentropediatrico.it

Articoli simili

Lascia un commento

Top

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in magazine.babyguest.com acconsenti al loro uso. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi